Tag Archives: startup

Smart city, startup e digitalizzazione della PA: il bilancio 2014 dell’Agenda Digitale

Bilancio 2014

L’anno appena trascorso verrà ricordato per la canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, per il 7-1 della Germania al Brasile nella semifinale del Mondiale giocata in casa dei verdeoro, per gli scontri in Crimea e Siria, per i misteri che hanno coinvolto i due voli della Malaysia Airlines, per l’immissione della nuova banconota da 10 euro e per il primo colloquio tra Obama e Raul Castro per porre fine all’embargo contro Cuba. Il 2014 sarà ricordato anche per

Renzi e il digitale: passo indietro o passo avanti?

Cosa rallenta il digitale?

Premessa: non ho particolari preferenze politiche. Sono piuttosto per coloro che portano innovazione e una visione diversa e ambiziosa all’interno di ambiente colmi di “ragnatele”. Pertanto il presente blogpost, seppure alla luce di molti potrebbe essere etichettato come “qualunquista”, prescinde dalla valutazione “Renzi sta facendo bene Renzi sta facendo male”. Mi limito a dire che cambiare e innovare in un Paese che è stato fermo negli ultimi 30 anni non è cosa facile.. Venendo a noi. L’Agenda Digitale è un

Scienza, salute e tecnologia. Proxentia

proxentia

L’innovazione passa per i laboratori, per i brevetti, per lo studio, la disciplina e la capacità di mettere tutto in prospettiva. Proxentia è una startup milanese, uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano, che prova a fare tutto questo. Ne parliamo con i due fondatori, Matteo Salina e Fabio Giavazzi, rispettivamente biotecnologo e fisico. Matteo, Fabio, raccontateci la vostra storia; come è iniziata la vostra avventura? M: Nasce il tutto da un progetto di ricerca. Io avevo iniziato il mio

Shopping Web: i colossi digitali cambiano gli scenari

shopping web

I colossi del web si danno battaglia a suon di acquisizioni di giovani e promettenti startup. È la legge del mercato: il percorso evolutivo di una startup termina spesso con l’acquisizione da parte di un incumbent, un’azienda già presente in una industry con una quota di mercato rilevante. Il destino di una startup digitale è ancora più definito: i grandi colossi digitali, Google, Facebook, Yahoo!, Microsoft e altri sono dei “cacciatori spietati di prede prelibate”. Non si lasciano sfuggire nessuno,

Rischiare è sinonimo di intraprendere non di fallire

fallimento

“Ho sbagliato più di 9000 tiri nella mia carriera. Ho perso quasi 300 partite. 26 volte, mi hanno dato la fiducia per fare il tiro vincente dell’ultimo secondo e ho sbagliato. Ho fallito più e più e più volte nella mia vita. È per questo che ho avuto successo”. Così Michael Jordan, il più forte e famoso cestista della storia del basket, rispose a un’intervista dopo il suo terzo, e ultimo, addio alla NBA. Il campione americano è ora fonte

Startup e innovazione: la confusione italiana

startup innovazione

A settembre dello scorso anno, la Task Force sulle startup istituita qualche mese prima dal Ministro dello Sviluppo Economico, introduce il concetto di startup all’interno del report dal titolo “Restart Italia – Perché dobbiamo ripartire dai giovani, dall’innovazione, dalla nuova impresa”. Il documento racchiude le proposte mosse dal Ministro Passera, dal gruppo di lavoro e da numerosi giovani, docenti, imprenditori ed esperti in materia di startup. Si fornisce una definizione di “startup” elencando i vari criteri e requisiti affinché un’impresa

« Older Entries