Tag Archives: normativa

L’Agenzia nazionale per l’Impiego di Renzi: l’ennesimo “buon” proposito?

Jobs Act

Come noto, il piano del lavoro proposto dall’attuale Presidente del Consiglio, il c.d. Jobs Act, si compone di più misure con entrata in vigore in due tempi, che dovrebbero rappresentare la “svolta buona” per il mercato del lavoro italiano, come più volte annunciato da Matteo Renzi. Il primo atto della riforma, già provvisoriamente entrato in vigore con la pubblicazione del Decreto Legge n. 34 del 21 marzo 2014 (che dovrebbe essere convertito entro il 20 maggio p.v.), contiene provvedimenti urgenti,

La Riforma Fornero: tra monitoraggio e proposte di modifica

Dati riforma Fornero

Dalla lettura del secondo monitoraggio pubblicato dall’Isfol sugli effetti prodotti dalla c.d. Riforma Fornero emerge come l’andamento del mercato del lavoro non abbia subito gli effetti positivi sperati, sebbene nel quarto trimestre del 2012 si sia parzialmente arrestato il calo di assunzioni registrato durante la prima parte dell’anno. Ad essere in ripresa risultano, in particolare, gli avviamenti di contratti a tempo determinato (+3,7% sul trimestre precedente) e di contratti di apprendistato (+5,2%). Al contrario, continuano a scendere in maniera preoccupante

Somministrazione di lavoro: l’ennesimo chiarimento

Sentenza Europea

Lavoro in somministrazione e lavoro a termine seguono regole proprie e diverse tra loro. E’ quanto, volendo racchiuderlo in un aforisma, emerge dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea dell’11 aprile u.s. (Causa n. C-290/2012). Il Giudice comunitario, richiesto dal Giudice del lavoro di Napoli, pronuncia sull’annosa questione se anche al rapporto trilatero di lavoro in somministrazione (o, quantomeno, al rapporto di lavoro tra agenzia e lavoratore) debbano applicarsi le regole, comunitarie e nazionali, del lavoro a termine “diretto” tra

Piccola mobilità: cos’è cambiato e cosa cambierà

lista mobilità

Hanno destato sorpresa, e forse anche un po’ di confusione, le novità in materia di mobilità dei lavoratori e dei connessi incentivi con riguardo, in particolare, alla “piccola mobilità” (l. n. 236/1993). La legge di Stabilità 2013 (l. n. 228/2012) non ha prorogato, infatti, la possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità, a partire dal 1 gennaio 2013, per i lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro da imprese che occupano fino a quindici  dipendenti,

Aspi e mini-Aspi: le novità in pillole

Aspi e miniAspi

Una delle maggiori novità della c.d. Riforma Fornero è costituita dalla ridefinizione delle prestazioni di sostegno al reddito. Oltre ad aver modificato il sistema di tutela contro la disoccupazione parziale  (incidendo sulla cassa integrazione), un merito della Riforma è senz’altro quello di aver razionalizzato il sistema di tutela contro la disoccupazione totale, introducendo una disciplina unitaria in sostituzione dell’indennità di disoccupazione e dell’indennità di mobilità. ASpI e Mini-ASpI sono le due sigle con cui è indicata la nuova Assicurazione Sociale

Somministrazione: le novità

somministrazione

E’ entrato in vigore il decreto legislativo n. 24/2012, con cui l’Italia ha recepito la direttiva 2008/104/CE in materia di somministrazione di lavoro. “Parità di trattamento, più facile accesso all’occupazione, equiparazione tra lavoratori interinali e lavoratori dipendenti dall’impresa in cui si presta il servizio”: questi gli obiettivi dichiarati del decreto. Viene infatti ribadito il (consolidato) principio che per tutta la durata della missione i lavoratori dipendenti dell’agenzia hanno diritto a condizioni di base di lavoro e di occupazione che non

« Older Entries