Tag Archives: mobilità

Sharing economy e il trasporto sostenibile

Sharing economy

La sharing economy è la Terza Rivoluzione industriale. La sharing economy è realtà. Jeremy Rifkin, economista visionario e principale sostenitore della sharing economy ne illustra caratteristiche e vantaggi nei suoi numerosi paper e nel libro La società a costo marginale zero. Di recente ha così commentato: “La sharing economy è un fenomeno universale. In uno studio condotto dalla Nielsen in oltre 40 nazioni dove sono state fatte ricerche attraverso centinaia di interviste sulla propensione a scambiarsi la casa piuttosto che

Piccola mobilità: cos’è cambiato e cosa cambierà

lista mobilità

Hanno destato sorpresa, e forse anche un po’ di confusione, le novità in materia di mobilità dei lavoratori e dei connessi incentivi con riguardo, in particolare, alla “piccola mobilità” (l. n. 236/1993). La legge di Stabilità 2013 (l. n. 228/2012) non ha prorogato, infatti, la possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità, a partire dal 1 gennaio 2013, per i lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro da imprese che occupano fino a quindici  dipendenti,

Aspi e mini-Aspi: le novità in pillole

Aspi e miniAspi

Una delle maggiori novità della c.d. Riforma Fornero è costituita dalla ridefinizione delle prestazioni di sostegno al reddito. Oltre ad aver modificato il sistema di tutela contro la disoccupazione parziale  (incidendo sulla cassa integrazione), un merito della Riforma è senz’altro quello di aver razionalizzato il sistema di tutela contro la disoccupazione totale, introducendo una disciplina unitaria in sostituzione dell’indennità di disoccupazione e dell’indennità di mobilità. ASpI e Mini-ASpI sono le due sigle con cui è indicata la nuova Assicurazione Sociale

I nuovi cavalieri dell’Apocalisse

I cavalieri dell'Apocalisse di Vasnetsov

di Laura Premoli Che gli italiani avessero nel loro DNA i geni dell’Arte di Lavorare con i colori, con le forme, con le geometrie, con gli spazi e le dimensioni, con la musica, con  i cibi, in pratica con tutto ciò che forma il mix culturale del Made in Italy, nessuno l’ha mai dubitato. Ma che insieme a queste genialità convivessero i virus dell’Arte di odiare come l’invidia e l’odio pochi lo ammetterebbero. Eppure di questo si tratta: i nuovi