Tag Archives: finanza

Il PIL in borsa

trill

I canali di finanziamento delle grandi imprese sono le azioni e le obbligazioni. Il canale di finanziamento degli Stati è quello di indebitarsi e di emettere obbligazioni. I risparmiatori che acquistano le azioni e i bond delle imprese speculano sulla possibilità delle imprese di incrementare o diminuire i guadagni. Se consideriamo il PIL come un gigantesco aggregato del  risultato del lavoro di un intero Paese, potremmo perfino immaginare di sostituire una parte del debito con gli “utili” della sua economia

Oh!!! Argentina

cristina-kirchner

Il giudice Griesa di New York due giorni fa ha sentenziato  che l’Argentina deve pagare un miliardo e 300 milioni di dollari a due fondi di investimento detentori di Tango Bond. Essi  non avevano accettato il compromesso di una forte decurtazione  del valore dei titoli in seguito al default di dieci anni or sono. Due ore dopo la sentenza l’Agenzia di Rating Fitch ha declassato il debito dell’Argentina di 5 gradini portandolo prossimo a D che significa Default. Immediatamente i

Oh! Germania

Disoccupazione Germania

Loro hanno sempre invidiato la nostra disinvoltura, il nostro stile, la nostra capacità di adattamento a situazioni e fenomeni che se capitassero dalle loro parti li manderebbe kaputt. Noi invidiamo il loro ordine, la disciplina, il rispetto delle regole,  ma.. con judicio. Siamo in Germania, e la notizia è di ieri mattina, della Sueddeutsche Zeitung: più di un milione di lavoratori disoccupati, un settimo del totale, nel periodo agosto 2011-2012 ha rifiutato di seguire corsi di formazione e l’inserimento in

L’incertezza è la sola cosa di cui possiamo essere sicuri

spread

Euro va su, no va giù, le aziende licenziano, si ma alcune assumono, la fabbrica dei disoccupati (la cassa integrazione) lavora a pieno ritmo, la Cina fa paura, aumentano i suicidi di chi non ce la fa. L’incertezza è figlia della disinformazione. Prendiamo gli argomenti economici. Oramai di economia se ne parla con tutti: con il portinaio, al bar e, con pochissima cognizione fra un commento di calcio e una filippica contro il sindaco, vengono ripetuti gli slogan ascoltati alla

Gioventù disperata

Gioventù disperata

Parlano con la stessa sicurezza che hanno i bambini quando desiderano ardentemente un giocattolo, le ragazze hanno un’espressione serena quasi dolce, i maschi invece hanno l’espressione torva, con quelle barbe di primo pelo con cui  ottengono l’effetto contrario a quello di farli sembrare più adulti. Erano in tanti ieri a Milano, a Roma e in altre città che gridavano la loro disperazione contro nemici coltivati nella loro immaginazione. Essere giovani e disperati è peggio che essere vecchi e disperati, i

Si può uscire dalla crisi?

uscire dalla crisi

di Gabriele Pillitteri L’Arte di Lavorare offre a coloro che hanno passione per il proprio Paese, e idee fresche da far assaporare, lo spazio per scrivere riflessioni e spunti di come si potrebbe uscire dalla crisi. Le idee non sono oggetti  che perdono valore quando passano di mano in mano, le idee sono beni immateriali che acquistano valore con la diffusione, la condivisione e la critica.   DA DOVE SI COMINCIA? L’abitudine di concentrare le energie mentali sui problemi, distoglie

« Older Entries