Tag Archives: economia

Il management non è più di moda

Peter Drucker

Con “Le sfida del management del XXI° secolo” I° edizione fine anni 90, Peter Drucker chiuse la lunga carriera di filosofo, docente, e divulgatore delle discipline manageriali. Nessuno prima di lui aveva codificato in modo scrupoloso ruoli, compiti e responsabilità del management. Val la pena di ricordare il sottotitolo dell’opera perché indica l’area organizzativa in cui sarebbe avvenuta la sfida di rendere produttivi i lavoratori d’ufficio come furono resi produttivi gli operai in fabbrica prima con il Taylorismo di cui Ford replicò gli insegnamenti con

Smart cities e cultura. Una proposta in 5 punti

smart city e cultura

Parlare di Smart Cities sembra spesso voler essere un inno alla tecnologia ed alle startup, agli open data e alle informazioni messe a disposizione del cittadino da parte degli enti pubblici. Leggendo i tantissimi report che vengono pubblicati sulle smart cities ci si rende conto di come i parametri cambino a seconda di chi commissiona o esegue la ricerca. Nell’ultima settimana me ne sono capitati tre molto differenti, sia per parametri che per risultati: Progetto Smart Cities del 2007, Smart City Index del

L’attualità è il simbolismo della storia

Ronconi

Ho scritto questo articolo due settimane fa, dopo aver visto lo spettacolo in questione. L’ho scritto, quindi, quando Luca Ronconi ancora non ci aveva lasciato. Lo conobbi nel novembre del 2005 a Torino, impegnato nel grande Progetto Domani per le Olimpiadi Invernali; ci siamo visti più volte e, anche se non lo incontravo da alcuni anni, resta una delle persone che mi ha formato per quello che sono oggi.  E’ quindi con umano e culturale dispiacere che provo ad offrire

Il sorriso d’acciaio de “Il Principe”

Monti Principe

Nessuno s’era accorto, almeno fino a ieri, che siamo tornati al ‘500. A quei tempi l’Italia era divisa in tante città stato e signorie l’una contro l’altra armate: Pisa contro Firenze, Milano contro Brescia, Bologna contro Firenze, e così via, sempre in lotta, facendo e disfacendo alleanze con lo scopo di difendersi da eventuali attacchi da parte del vicino più forte. La paura di cedere alle violenze plasmò nell’animo dei cittadini il senso di appartenenza al loro gonfalone. Talvolta, a

L’incertezza è la sola cosa di cui possiamo essere sicuri

spread

Euro va su, no va giù, le aziende licenziano, si ma alcune assumono, la fabbrica dei disoccupati (la cassa integrazione) lavora a pieno ritmo, la Cina fa paura, aumentano i suicidi di chi non ce la fa. L’incertezza è figlia della disinformazione. Prendiamo gli argomenti economici. Oramai di economia se ne parla con tutti: con il portinaio, al bar e, con pochissima cognizione fra un commento di calcio e una filippica contro il sindaco, vengono ripetuti gli slogan ascoltati alla

Gioventù disperata

Gioventù disperata

Parlano con la stessa sicurezza che hanno i bambini quando desiderano ardentemente un giocattolo, le ragazze hanno un’espressione serena quasi dolce, i maschi invece hanno l’espressione torva, con quelle barbe di primo pelo con cui  ottengono l’effetto contrario a quello di farli sembrare più adulti. Erano in tanti ieri a Milano, a Roma e in altre città che gridavano la loro disperazione contro nemici coltivati nella loro immaginazione. Essere giovani e disperati è peggio che essere vecchi e disperati, i

« Older Entries