Tag Archives: Drucker

Il management non è più di moda

Peter Drucker

Con “Le sfida del management del XXI° secolo” I° edizione fine anni 90, Peter Drucker chiuse la lunga carriera di filosofo, docente, e divulgatore delle discipline manageriali. Nessuno prima di lui aveva codificato in modo scrupoloso ruoli, compiti e responsabilità del management. Val la pena di ricordare il sottotitolo dell’opera perché indica l’area organizzativa in cui sarebbe avvenuta la sfida di rendere produttivi i lavoratori d’ufficio come furono resi produttivi gli operai in fabbrica prima con il Taylorismo di cui Ford replicò gli insegnamenti con

Società muta

Drucker knowledge worker

di Gabriele Pillitteri   “Quello che appresi e mai più ho dimenticato è che sono necessarie sia una comunità nella quale l’individuo ha uno status sociale, sia una società nella quale l’individuo ha una funzione sociale.” Così scriveva Peter Drucker nel saggio: “Una società che funziona” Indimenticabile Drucker. I tuoi pensieri ci incalzano. Le tue visioni ci guidano. Le tue intuizioni sollecitano idee mai banali. Ci hai spiegato quando, come e perché una società funziona. La nostra è muta quando

Produttività, il sentiment che non c’è

Napolitano

di Gabriele Pillitteri     In occasione di un recente incontro con il presidente della repubblica di Germania, Cristian Wulff, il capo dello stato Napolitano ha affermato che “ la produttività è stagnante da molti anni”ha poi aggiunto che bisogna fare un grande sforzo per far entrare i giovani nel mercato del lavoro con la giusta preparazione”. E’ la prima volta in Italia, che un presidente della repubblica entra nel vivo di un argomento “ tecnico” generalmente territorio di speculazioni

Arte di lavorare in politica è “Arte di governare”

arte in politica

di Gabriele Pillitteri Per prima cosa definiamo cosa significhi governare e analizziamo se l’attività svolta vi corrisponda. Mi avvalgo del contributo di Peter Drucker, in particolare delle sue osservazioni nel libro “The age of discontinuity” che hanno ricevuto il plauso di Margaret Tatcher. Nel capitolo “I mali dello Stato” egli così definisce lo scopo del governo: “è di assumere decisioni fondamentali e di realizzarle con efficacia, è di focalizzare le energie politiche della società, è di sottoporre all’attenzione pubblica le

Pillole di management – Drucker

drucker

Lo storico pensa al passato, il giornalista pensa al presente, Drucker pensava al futuro coniugandolo con il passato e il presente donde coglieva i segnali di ciò che sarebbe accaduto negli anni a venire nella società politica, nelle organizzazioni, nel management, nelle professioni. Merito della sua cultura multidisciplinare, merito della sua non specializzazione. Merito delle sue letture, centinaia di libri divorati presi a prestito dalla libreria pubblica di Francoforte mentre lavorava al mattino e si laureava in legge. In particolare