Tag Archives: agenda digitale

PEC e Pin Unico: domicilio e identità digitale.

PEC e agenda digitale

Lo sapevate che ogni cittadino italiano, oltre all’indirizzo di domicilio classico può avere anche un domicilio digitale? Questo non significa che abitiamo in due mondi, uno reale e uno virtuale. O quasi. Il domicilio digitale è rappresentato dalla PEC: la Posta Elettronica Certificata, un servizio gratuito che consente ai cittadini di dialogare con le Pubbliche Amministrazioni dotate di PEC presenti nell’Indirizzario PA del portale del governo. Ma qual è il rapporto degli italiani con questa tecnologia, introdotta nel “lontano” 2010?

Renzi e il digitale: passo indietro o passo avanti?

Cosa rallenta il digitale?

Premessa: non ho particolari preferenze politiche. Sono piuttosto per coloro che portano innovazione e una visione diversa e ambiziosa all’interno di ambiente colmi di “ragnatele”. Pertanto il presente blogpost, seppure alla luce di molti potrebbe essere etichettato come “qualunquista”, prescinde dalla valutazione “Renzi sta facendo bene Renzi sta facendo male”. Mi limito a dire che cambiare e innovare in un Paese che è stato fermo negli ultimi 30 anni non è cosa facile.. Venendo a noi. L’Agenda Digitale è un

Smart Cities: il futuro delle nostre città

smart cities

Pianificazione urbana, trasporti e infomobilità, gestione delle risorse naturali, sistemi di e-governement, Big Data, turismo, cloud computing, sicurezza, ecc.. Sono questi gli elementi chiave che caratterizzano la città del futuro: le cosiddette “smart cities”. Un modello di centro urbano basato sulla tutela dell’ambiente, l’efficienza energetica e la sostenibilità economica, finalizzato a migliorare la qualità di vita delle persone che vi abitano e a creare nuovi servizi per i cittadini e le pubbliche amministrazioni. In altri termini le smart cities sono

Il futuro della scuola nelle mani di Google?

google per la scuola

Istruzione e tecnologia: due mondi a confronto tanto sinergici (almeno dovrebbero esserlo) quanto lontani. Soprattutto in Italia. Bisogna tuttavia evidenziare che tablet, personal computer e lavagne multimediali sono sempre più presenti all’interno delle scuole italiane. Numerose sono le testimonianze da parte di insegnanti e studenti che evidenziano reali benefici dal punto di vista della produttività giornaliera e dell’apprendimento scolastistico. Non solo hardware ma anche software: registro elettronico, informatizzazione dei processi, digitalizzazione dei documenti e, da più di due anni, anche

Pagamenti digitali: benefici e paure

pagamento-online

Secondo l’Agenzia per l’Italia Digitale il tema relativo al sistema di incassi e pagamenti elettronici del settore pubblico è ritenuto fondamentale per l’economia della nazione data la gran parte dei consumi attribuibile alla Pubblica Amministrazione. Entro il 31 dicembre 2015 tutte le pubbliche amministrazioni dovranno fornire ai cittadini strumenti e applicazioni per pagarle in modo elettronico. Sarà possibile quindi pagare multe online, tributi, iscrizioni e tasse scolastiche, ticket sanitari e tanti altri servizi che attualmente prevedono solo il pagamento attraverso

Internet e privacy: perché un’identità digitale?

identità digitale

Il successo dei servizi digitali offerti tramite il web sta determinando la progressiva migrazione dei servizi dall’offline all’online. La necessità, dunque, di disporre di strumenti per l’identificazione sicura degli individui sia nel mondo reale sia in quello virtuale è sempre più sentita e rappresenta una delle principali sfide di questi tempi. Nell’ambito degli interventi predisposti dall’Agenda Digitale è stato istituito il Sistema per l’Identità Digitale (SPID) con il fine di garantire ad ogni cittadino una identità digitale certificata che permetta l’utilizzo in

« Older Entries