Category Archives: Società

Made in Italy si rinnova grazie al digitale

made in italy

Quest’anno il Made in Italy è stato al centro dell’attenzione dei media nazionali e internazionali, grazie soprattutto ad Expo Milano 2015, l’esposizione universale che ha attratto numerosi turisti ed evidenziato l’importanza della nutrizione alimentare nel mondo. E’ stata anche l’occasione per promuovere la qualità del cibo italiano e riproporre il marchio Italia nel panorama internazionale.   Se il Made in Italy fosse un marchio sarebbe il terzo al mondo, dopo Coca Cola e Visa. Secondo un sondaggio realizzato da KPMG

Sharing economy e il trasporto sostenibile

Sharing economy

La sharing economy è la Terza Rivoluzione industriale. La sharing economy è realtà. Jeremy Rifkin, economista visionario e principale sostenitore della sharing economy ne illustra caratteristiche e vantaggi nei suoi numerosi paper e nel libro La società a costo marginale zero. Di recente ha così commentato: “La sharing economy è un fenomeno universale. In uno studio condotto dalla Nielsen in oltre 40 nazioni dove sono state fatte ricerche attraverso centinaia di interviste sulla propensione a scambiarsi la casa piuttosto che

Le innovazioni ad Expo. Cosa ci lascerà Milano 2015?

expo 2015

Due mesi di Expo 2015 e si iniziano a tracciare i primi bilanci dell’esposizione universale che si sta tenendo a Milano. Dati ufficiali Expo rilevano un livello di soddisfazione elevato da parte degli oltre 6 milioni di visitatori (dati mai confermati con certezza) che hanno curiosato tra i padiglioni dell’Expo 2015. Si parla già di successo, considerando soprattutto i ritardi accumulati nel tempo e le critiche dei più scettici. Ad oggi 7 visitatori su 10 consigliano ai loro amici di

Il management non è più di moda

Peter Drucker

Con “Le sfida del management del XXI° secolo” I° edizione fine anni 90, Peter Drucker chiuse la lunga carriera di filosofo, docente, e divulgatore delle discipline manageriali. Nessuno prima di lui aveva codificato in modo scrupoloso ruoli, compiti e responsabilità del management. Val la pena di ricordare il sottotitolo dell’opera perché indica l’area organizzativa in cui sarebbe avvenuta la sfida di rendere produttivi i lavoratori d’ufficio come furono resi produttivi gli operai in fabbrica prima con il Taylorismo di cui Ford replicò gli insegnamenti con

Una scuola capovolta

Insegnamento Capovolto

“Learning is experience. Everything else is just information” A.Einstein Farsi un’idea su come si presenterà la vita nell’anno 2680 è complicato. Per quanto ci si possa concentrare, resta difficoltoso immaginare in che modo le tecnologie, l’ambiente e la società potranno modificare il comportamento e le abitudini dell’uomo. L’unica certezza è che chiunque abbia per un attimo provato a proiettarsi in avanti nel tempo – dopo aver letto le precedenti righe – per osservare il mondo con gli occhi di un

Imprudenti senza ardimento, avidi senza audacia, crudeli senza coraggio

Cuore di tenebra

L’ultimo dato dell’Istat annuncia che la produzione industriale nel mese di gennaio è calata di -0,7% verso dicembre 2014 e di -2,2% verso gennaio dello stesso anno. In forte controtendenza il mercato dell’auto con + 35%. Quest’ultima percentuale fa brillare gli occhi a Marchionne, ma alza il fatturato medio; se l’auto non avesse raggiunto quei livelli, il dato negativo di gennaio sarebbe stato peggiore. Le cause di questo perdurante ciclo avverso sono superficialmente raccontate dai media che recitano le solite

« Older Entries