Category Archives: Lavoro

Il lavoro digitale e le professioni richieste

Il lavoro digitale

La rivoluzione tecnologica degli ultimi anni e l’introduzione di strumenti e macchine sempre più sofisticate hanno reso sostituibile una buona parte della forza lavoro. Il mondo del lavoro, in qualunque settore, si sta digitalizzando, sta diventando mobile e delocalizzato, orientato ai risultati e non più agli orari fissi. Dalle scrivanie e postazioni fisse si sta già passando a postazioni flessibili e open space. Web analyst, social media manager, community manager, seo strategist, digital pr, data scientist. Sono solo alcune delle

Smart Working: lavoro agile nella Legge di Stabilità 2016

Smart working

Prima di leggere questo articolo alcune premesse. Lo Smart Working non significa lavorare da casa. Lo Smart Working non è telelavoro. Lo Smart Working non è il mio nuovo ufficio con le pareti colorate e le scrivanie dal design moderno. Lo Smart Working non è il mio smartphone o il mio blackberry. Lo Smart Working non è una moda che interessa le organizzazioni del momento. Bene, ora possiamo continuare.   Quando si parla di lavoro organizzato in maniera intelligente e

Le community: strumento per collaborare in azienda

Community aziendale

Se si cerca il significato di “community” su Google, il primo risultato che compare è il seguente: “Gruppo di utenti di Internet che si scambiano messaggi e partecipano a forum di discussione su argomenti di comune interesse.” Spesso le community vengono utilizzate per condividere passioni, interessi e chiedere informazioni soprattutto per tutto ciò che è attinente alla vita personale. Esistono community dedicate agli amanti della cucina, agli hobbysti, agli appassioniti di tecnologia, ai viaggiatori del mondo. E se le utilizzassimo

I vantaggi per le assunzioni a tempo indeterminato

assuzioni

La Legge di stabilità del 2015 [1] ha previsto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro in relazione alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato che avvengano nel corso del 2015. Il beneficio – che si applica a tutti i datori di lavoro privati, anche ai datori di lavoro agricoli con una disciplina specifica e a quelli che non svolgono attività imprenditoriale, quali associazioni culturali, politiche, sindacali o di volontariato, studi professionali, ecc.

Come cambiano gli ammortizzatori sociali: 2. la nuova tutela per i CO.CO.PRO.

Co.Co.Pro

Il secondo decreto delegato del Jobs Act per il riordino degli ammortizzatori sociali [1] è intervenuto anche con riferimento all’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi. La DIS-COLL – è questo il nome dato all’indennità dallo stesso decreto – trova applicazione a tutti gli eventi di disoccupazione che interessino i collaboratori a partire dall’inizio del 2015 [2], a differenza della NASpI, che si applicherà con riferimento agli eventi intervenuti a partire dal 1° maggio 2015. Il Legislatore è

Come cambiano gli ammortizzatori sociali: 1. la Nuova ASpI (NASpI)

Naspi - Indennità di disoccupazione

Con l’obiettivo di incrementare le tutele ma soprattutto di ampliare la platea dei possibili beneficiari dell’assicurazione contro la disoccupazione, il Governo ha approvato il 20 febbraio scorso il secondo decreto delegato del Jobs Act. Il decreto, di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, introduce il nuovo sistema di calcolo dell’indennità per la disoccupazione a partire dal 1° maggio 2015, unificando le “vecchie” ASpI e Mini-ASpI, introdotte nel 2012 dalla Riforma Fornero e destinate a sostituire definitivamente l’indennità di

« Older Entries