Author Archives: Stefano Magliole

SMXMilan – il futuro non è altro che il ritorno al passato

Jim Sterne

Due giorni di digital marketing. Due giorni di importanti testimonianze, esaltanti prospettive e stimolanti conversazioni. Questa è stata la SMX Milan 2013, tenutasi la scorsa settimana presso il Mi.Co di Milano. L’organizzazione prevedeva tre tematiche con tre sessioni in parallelo, lasciando al visitatore la scelta degli argomenti da seguire. SEO, SEA e Social Media si sono così intrecciate ed integrate fisicamente così come dovrebbero farlo in ogni buona digital marketing practice. Non voglio fare una cronaca dell’evento, né tantomeno un

Vendere le esperienze

digital disruption

James McQuivery è un analista di Forrester, la prestigiosa società di consulenza americana. Il suo settore di riferimento consiste nell’aiutare i propri clienti ad affrontare il futuro. In altre parole il suo lavoro è leggere il futuro e disegnare strade capaci di guidarci nel suo mistero e nel suo fascino. Il futuro che abbiamo davanti parla di digital disruption, o – proviamo a tradurlo – sgretolamento digitale. L’universo tecnologico, il mobile, le apps, il cloud, i social network. Sono tutti

Scienza, salute e tecnologia. Proxentia

proxentia

L’innovazione passa per i laboratori, per i brevetti, per lo studio, la disciplina e la capacità di mettere tutto in prospettiva. Proxentia è una startup milanese, uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano, che prova a fare tutto questo. Ne parliamo con i due fondatori, Matteo Salina e Fabio Giavazzi, rispettivamente biotecnologo e fisico. Matteo, Fabio, raccontateci la vostra storia; come è iniziata la vostra avventura? M: Nasce il tutto da un progetto di ricerca. Io avevo iniziato il mio

E’ possibile reinventarsi professionalmente?

reinventarsi professionalmente

In molte occasioni, su questo blog, abbiamo parlato di personal branding. E’ stato quindi con naturalezza che mi sono avvicinato alla lettura di “Reinventing you” scritto da Dorie Clark e pubblicato dall’HBR Press (Harvard Business Review). Definisci il tuo brand. Immagina il tuo futuro. Questo è il sottotitolo di un libro che con precisione e pianificazione tipicamente anglosassoni guida il lettore verso la ridefinizione del proprio mondo professionale. Non voglio dire troppo perché onestamente la lettura di questo libro è

Facebook, quale futuro?

Facebook, quale futuro

Dire che i social media stanno acquisendo sempre maggior valore all’interno dei processi personali e aziendali, ormai, è divenuto un concetto obsoleto e anacronistico. E dire che Facebook gioca un ruolo fondamentale all’interno di queste dinamiche è quasi una frase scontata. In realtà, i più attenti, si saranno accorti che il gigante dei social network sta vivendo una piccola crisi, forse passeggera, e che la sua stella, nel firmamento del web, non riesce più a brillare come un tempo. Quali

Postmodernismo del racconto

postmodernismo del racconto

Parlando di innovazione, questo mese, ho voluto dedicarmi alla lettura di un genere diverso; non sono andato a cercare l’innovazione nel contenuto ma nella forma. Mi si dirà che di innovativo le graphic novel hanno poco; hanno almeno 30 anni di storia alle spalle e hanno un pubblico vasto ed eterogeneo. Quindi venire a raccontare che la graphic novel è una forma innovativa di racconto regge poco. Ha più senso, forse, affrontarla in termini semiotici, di cultura dell’immagine e di

« Older Entries Recent Entries »