Author Archives: Stefano Magliole

E-leadership per l’innovazione

e-leader

A parlare di e-leadership è un progetto europeo che risale all’autunno del 2007. All’epoca, in uno dei tanti documenti scritti come linee guida, si parlava di competitività, crescita e lavoro; si parlava di previsioni, di tendenze, di scenari. Non se ne fece niente fino al 2011 quando l’Unione Europea commissionò uno studio intitolato “E-skills for Competitiveness and Innovation: Vision, Roadmap and Foresight Scenarios”: nel Marzo del 2013 viene pubblicato il risultato dello studio ed un capitolo è dedicato al concetto

Smart cities e cultura. Una proposta in 5 punti

smart city e cultura

Parlare di Smart Cities sembra spesso voler essere un inno alla tecnologia ed alle startup, agli open data e alle informazioni messe a disposizione del cittadino da parte degli enti pubblici. Leggendo i tantissimi report che vengono pubblicati sulle smart cities ci si rende conto di come i parametri cambino a seconda di chi commissiona o esegue la ricerca. Nell’ultima settimana me ne sono capitati tre molto differenti, sia per parametri che per risultati: Progetto Smart Cities del 2007, Smart City Index del

L’attualità è il simbolismo della storia

Ronconi

Ho scritto questo articolo due settimane fa, dopo aver visto lo spettacolo in questione. L’ho scritto, quindi, quando Luca Ronconi ancora non ci aveva lasciato. Lo conobbi nel novembre del 2005 a Torino, impegnato nel grande Progetto Domani per le Olimpiadi Invernali; ci siamo visti più volte e, anche se non lo incontravo da alcuni anni, resta una delle persone che mi ha formato per quello che sono oggi.  E’ quindi con umano e culturale dispiacere che provo ad offrire

Scenari 2015 – Ottimismo nonostante tutto?

Scenari 2015: ottimismo nonostante tutto?

Il 2015 ormai si è fatto strada prepotentemente nella nostra quotidianità. E l’ha fatto con la violenza che leggiamo ogni giorno sui quotidiani o con le immagini che scorrono davanti alla nostra cena. Il 2015 ci ha già dimostrato che non sarà un anno semplice: terrorismo, crisi dell’euro, minacce alla salute (nonostante non sia più sui giornali, ebola non è ancora stata debellata) e chi più ne ha più ne metta. No, il 2015 sarà un anno complicato. Difficile essere

Il Web minacciato? Come Netflix ha aperto il caso sulla neutralità del web

Netflix

Cosa è successo Nella notte italiana tra domenica e lunedì, il web è stato allarmato da una notizia: Netflix e Comcast hanno stretto un accordo per una maggiore velocità nella trasmissione dei contenuti. I due protagonisti di questa storia sono Netflix, il più grande portale di video streaming, e Comcast, un internet provider (come Telecom o Vodafone in Italia). Perché parliamo di allarme? L’allarme fondamentale è legato al concetto di “Net Neutrality”, la neutralità del web. In altre parole, se

L’agenda digitale

(cc) Flickr: Stati Generali dell'Innovazione

Da ormai un paio di anni si sente spesso parlare di Agenda Digitale. Parlare di pubblica amministrazione e di semplificazione è uno degli elementi ricorrenti nei titoli di giornale e telegiornali, per non parlare del web. Negli ultimi mesi, poi, il discorso si è infittito e sembra aver colpito l’attenzione di aziende e imprenditori. In realtà l’Agenda Digitale si iscrive in un contesto molto più ampio che qui proviamo a descrivere. Nel 2010 l’Europa si è data un obiettivo (anzi

« Older Entries