Author Archives: Rossana Lonero

I vantaggi per le assunzioni a tempo indeterminato

assuzioni

La Legge di stabilità del 2015 [1] ha previsto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro in relazione alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato che avvengano nel corso del 2015. Il beneficio – che si applica a tutti i datori di lavoro privati, anche ai datori di lavoro agricoli con una disciplina specifica e a quelli che non svolgono attività imprenditoriale, quali associazioni culturali, politiche, sindacali o di volontariato, studi professionali, ecc.

Come cambiano gli ammortizzatori sociali: 2. la nuova tutela per i CO.CO.PRO.

Co.Co.Pro

Il secondo decreto delegato del Jobs Act per il riordino degli ammortizzatori sociali [1] è intervenuto anche con riferimento all’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi. La DIS-COLL – è questo il nome dato all’indennità dallo stesso decreto – trova applicazione a tutti gli eventi di disoccupazione che interessino i collaboratori a partire dall’inizio del 2015 [2], a differenza della NASpI, che si applicherà con riferimento agli eventi intervenuti a partire dal 1° maggio 2015. Il Legislatore è

Come cambiano gli ammortizzatori sociali: 1. la Nuova ASpI (NASpI)

Naspi - Indennità di disoccupazione

Con l’obiettivo di incrementare le tutele ma soprattutto di ampliare la platea dei possibili beneficiari dell’assicurazione contro la disoccupazione, il Governo ha approvato il 20 febbraio scorso il secondo decreto delegato del Jobs Act. Il decreto, di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, introduce il nuovo sistema di calcolo dell’indennità per la disoccupazione a partire dal 1° maggio 2015, unificando le “vecchie” ASpI e Mini-ASpI, introdotte nel 2012 dalla Riforma Fornero e destinate a sostituire definitivamente l’indennità di

Il contratto a tutele crescenti

Contratto tutele crescent

«Il provvedimento si presenta come una disposizione volta a ridefinire la regolamentazione del licenziamento e non già come la introduzione di una fattispecie contrattuale definita “a tutele crescenti” ancorché a tempo indeterminato»: è questa la definizione che ha dato la CGIL con riferimento alla bozza del decreto legislativo attuativo della delega contenuta nel Jobs Act sulla previsione di un contratto a tutele crescenti in relazione all’anzianità di servizio. Indipendentemente dalle considerazioni di merito successivamente formulate dal Sindacato, questa definizione sottolinea

L’Agenzia nazionale per l’Impiego di Renzi: l’ennesimo “buon” proposito?

Jobs Act

Come noto, il piano del lavoro proposto dall’attuale Presidente del Consiglio, il c.d. Jobs Act, si compone di più misure con entrata in vigore in due tempi, che dovrebbero rappresentare la “svolta buona” per il mercato del lavoro italiano, come più volte annunciato da Matteo Renzi. Il primo atto della riforma, già provvisoriamente entrato in vigore con la pubblicazione del Decreto Legge n. 34 del 21 marzo 2014 (che dovrebbe essere convertito entro il 20 maggio p.v.), contiene provvedimenti urgenti,

L’intesa sul CCNL delle Agenzie di somministrazione tra riconferme e novità

Sentenza Europea

E’ stata siglata lo scorso 11 settembre l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL delle Agenzie di Somministrazione, che vede Assolavoro e le rappresentanze sindacali di Uiltemp, Felsa e Nidil concordi su molti dei punti oggetto delle piattaforme sindacali presentate l’ottobre dello scorso anno. Il rinnovo, che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni con la firma della stesura definitiva del CCNL, interessa circa 470.000 lavoratori somministrati all’anno, 250.000 ogni mese (dati 2012). L’obiettivo principale, come dichiarato dal Presidente di Assolavoro,

« Older Entries