Tre tendenze per restare al passo con l’e-learning

Massimo Ramaglia

Massimo Ramaglia

Troppo spesso i processi di formazione sono sbagliati, o troppo antichi (sconvolgente scoprire l’anno di un antico dipinto raffigurante una lezione univeritaria, molto simile a quelle moderne), o troppo poco personalizzati. Se ne parla in questo articolo sulle Flipped Classroom, dove sono riportate alcune interessanti informazioni sull’educazione scolastica e sui processi cognitivi degli studenti.

 

 

La formazione però non riguarda solamente l’età adolescenziale, ma coinvolge in larga misura anche durante quella lavorativa: l’apprendimento continuo è ormai una realtà imprescindibile, soprattutto nel mondo aziendale. Lo dimostra il fatto che il valore dell’industria dei Learning Management System si aggirava attorno ai 50 miliardi di euro a fine 2014 e, secondo le stime, dovrebbe raddoppiare nel 2015. Ciò è dovuto al fatto che sempre più aziende utilizzano i LMS per rendere più efficace la formazione e la gestione dei propri dipendenti, sfruttando tre tendenze dell’e-learning. Vediamole.

 

1. GAMIFICATION

Con la gamification vengono utilizzate dinamiche proprie di una tradizionale esperienza da videogioco in un contesto non ludico, in modo tale da aumentare il coinvolgimento e dunque la velocità di apprendimento dei partecipanti.  La gamification consente infatti di affrontare la formazione all’interno di un ambiente nel quale è necessario mettere in gioco le proprie competenze tecniche e trasversali, stimolati da metodi di incentivazione basati su punti, livelli e premi, e accompagnati da altri strumenti che rendono ancora più coinvolgenti le attività di apprendimento, come la presenza di una trama e l’accompagnamento di una narrativa. L’introduzione di elementi di gioco nei sistemi di apprendimento basati sui LMS è molto più che intrattenimento; è massimizzazione del potenziale di apprendimento. Soprattutto nei casi in cui, grazie al monitoraggio dei punti acquisiti dai partecipanti, è possibile calibrare l’efficacia del processo formativo, aumentando o riducendo la difficoltà delle attività da affrontare. Un esempio di gamification è dato da “La bussola del talento”: dalle decisioni prese di volta in volta nel corso del gioco, emergono le attitudini e le caratteristiche personali dei partecipanti, riportate poi in un grafico che aiuta la comprensione dei punti di forza da valorizzare nel proprio percorso professionale.

 

2.EXTENDED ENTERPRISE

Con il termine Extended Enterprise (EE) ci si riferisce a un modello organizzativo decentralizzato, che permette alle aziende di diventare membri di una comunità di imprese, ciascuna con un ruolo specifico in una determinata catena del valore. Per chiarire il concetto, ormai qualunque azienda può dotarsi di strumenti e metodi per combinare la propria esperienza e conoscenza  interna con quella di altre imprese, creando così un solido network di competenze usufruibili da ogni azienda partner. Inoltre, una volta dotati di una piattaforma LMS per l’EE, è possibile fornire training ad un pubblico esterno alla comunità, disposto anche a corrispondere un pagamento in cambio di formazione di qualità; è compito dell’azienda attrarre, coinvolgere e conservare questi utenti, combinando attività di marketing, business e formazione in un unico programma misurabile. Se progettata e fornita in modo corretto, la formazione EE è in grado di creare nuove fonti di guadagno e di far risparmiare e accelerare la crescita di un’azienda.

 

3.OPEN/SAAS

I LMS diventano ogni giorno più semplici da installare e utilizzare, grazie alla standardizzazione e alla facilità d’accesso a soluzioni Cloud, facilmente personalizzabili ma con frequenti down time(inattività del server) e a soluzioni SAAS (Software As A Service), che presentano però scarsa libertà di personalizzazione. Per questo motivo sono nati i sistemi Open/SAAS, che accorpano le qualità positive delle due soluzioni: permettono di ridurre il costo totale del possesso di un software LMS grazie al quale è possibile erogare un servizio flessibile e adattabile ad aziende di ogni dimensione.

 

Tenere il passo con le nuove tecnologie e con le nuove soluzioni che esse portano è difficile, ma essenziale in un ambiente competitivo come quello aziendale. Una corsa continua, che può essere vinta solo grazie a frequenti aggiornamenti, magari proprio grazie ad un efficace Learning Management System, trasformando così il problema in soluzione.

Massimo Ramaglia