Uno sguardo rivolto al futuro

5+1 tool per lavorare da remoto e in maniera agile

Digital-Revolution

Sono sempre di più le aziende che adottano metodologie di lavoro flessibile e da remoto, anche occasionalmente. Ma la rivoluzione digitale che lo smart working sta per mettere in atto è ben altro. Si tratta di una rivoluzione culturale e organizzativa che vede il singolo lavoratore come protagonista del cambiamento, condizione che si verifica solo se è proprietario del proprio lavoro ed è cosciente delle potenzialità e delle proprie capacità. Lavorare in maniera agile e da remoto significa instaurare un

Tre tendenze per restare al passo con l’e-learning

Learning management System

Troppo spesso i processi di formazione sono sbagliati, o troppo antichi (sconvolgente scoprire l’anno di un antico dipinto raffigurante una lezione univeritaria, molto simile a quelle moderne), o troppo poco personalizzati. Se ne parla in questo articolo sulle Flipped Classroom, dove sono riportate alcune interessanti informazioni sull’educazione scolastica e sui processi cognitivi degli studenti.     La formazione però non riguarda solamente l’età adolescenziale, ma coinvolge in larga misura anche durante quella lavorativa: l’apprendimento continuo è ormai una realtà imprescindibile, soprattutto nel mondo aziendale. Lo dimostra il fatto

E-leadership per l’innovazione

e-leader

A parlare di e-leadership è un progetto europeo che risale all’autunno del 2007. All’epoca, in uno dei tanti documenti scritti come linee guida, si parlava di competitività, crescita e lavoro; si parlava di previsioni, di tendenze, di scenari. Non se ne fece niente fino al 2011 quando l’Unione Europea commissionò uno studio intitolato “E-skills for Competitiveness and Innovation: Vision, Roadmap and Foresight Scenarios”: nel Marzo del 2013 viene pubblicato il risultato dello studio ed un capitolo è dedicato al concetto

Meglio cambiare che bollire

Meglio cambiare che bollire

Recentemente mi sono imbattuto nella metafora della rana bollita. Forse qualcuno di voi la conosce. Per altri, come me, risulta essere un’assoluta novità. In breve. Noan Chomsky, filosofo ed esperto di comunicazione, rifacendosi a ricerche scientifiche, ha raccontato che, se prendiamo una rana e la buttiamo in un recipiente di acqua bollente, con molta probabilità tenderà a saltar fuori immediatamente spaventata a morte. Nel caso in cui la poniamo all’interno del recipiente e, solo in secondo tempo, versiamo lentamente acqua